Problemi per l’exchange italiano The Rock Trading (TRT)

UPDATE: l’exchange ora è chiuso.

Da ieri diversi utenti dell’exchange crypto italiano The Rock Trading lamentano problemi con i prelievi.

Infatti sul gruppo Telegram ufficiale dell’exchange da ieri vengono pubblicati molti messaggi di utenti che affermano di non essere riusciti a prelevare.

A queste lamentele ha risposto il co-fondatore e CFO dell’exchange, Andrea Medri, affermando che stanno “facendo una revisione della situazione in corso che sta provocando questi disagi”, e che appena terminata verrà pubblicato un comunicato ufficiale.

Per ora il comunicato non è ancora stato pubblicato, nè su Twitter nè sul blog ufficiale.

L’exchange ultimamente sta facendo dei cambiamenti, come ad esempio il cambio del partner europeo per i servizi di pagamento. E’ possibile che questi cambiamenti abbiano generato problemi soprattutto alla movimentazione di denaro fiat (euro).

Tuttavia molti utenti stanno lamentando anche problemi con i prelievi in criptovalute, e questo sta spaventando molti utenti dell’exchange. C’è addirittura chi ipotizza che ci potrebbero essere problemi di liquidità, ma si tratta per l’appunto solo di ipotesi.

Comunque dal punto di vista strettamente tecnico, le richieste di prelievi non sono state sospese, solo che attualmente non vengono eseguite immediatamente. Non sono noti però i tempi del ritardo medio.

In questo momento le informazioni certe o ufficiali a riguardo sono ben poche, e ormai il problema è in atto da qualche giorno. Per questo motivo le ipotesi sanno proliferando.


Un ringraziamento speciale a CryptoRefills, senza cui questo blog non potrebbe esistere.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.