La Cina proibisce le ICO

stopQualche giorno fa vi avevamo già anticipato l’idea del governo cinese di regolamentare le ICO. Oggi arriva da CNBC un’ulteriore conferma che la Cina ha deciso per un “giro di vite” di questo settore.

L’articolo di CNBC dice che “la Cina vieta alle imprese la raccolta di fondi tramite ICO, e chiede agli ispettori di ispezionare le 60 principali piattaforme”. La fonte è Caixin che dice di aver ricevuto un avviso emesso dalla commissione del lavoro cinese (che sovrintende il rischio nel settore fintech del paese) che annuncia che nuovi progetti raccolta di denaro o di altre valute virtuali attraverso cryptocurrencies saranno bannati. Inoltre aggiunge che le autorità reprimeranno le relative “pratiche fraudolente” (ovvero le ICO stesse).

Questo non può certo essere definito un “fulmine a ciel sereno”, perchè era nell’aria l’atteggiamento ostile del governo cinese nei confronti delle ICO non (ancora) regolamentate. Probabilmente non sono riusciti ad arrivare in tempo con la regolamentazione, e quindi in assenza di essa per ora hanno deciso di bloccare tutto. Staremo a vedere se faranno come negli USA, dove le ICO sono paragonabili alle IPO (le quotazioni in borsa).

Intanto il valore del bitcoin è in calo oggi, probabilmente proprio a causa di questa notizia.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Fonte: www.cnbc.com/2017/09/04/chinese-icos-china-bans-fundraising-through-initial-coin-offerings-report-says.html

Crypto Green Mining
La Cina proibisce le ICO ultima modifica: 2017-09-04T10:42:33+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti