ETF su Bitcoin – Tutto quello che c’è da sapere

etfRiceviamo e pubblichiamo

Con la notizia degli ETF su Bitcoin si è creato fermento nella community degli investitori di criptovalute. Con molto entusiasmo si sta aspettando il verdetto che la SEC darà sulla richiesta di ETF su Bitcoin.

Cosa sono gli ETF su Bitcoin? Perché il 10 agosto è una data così importante per il mondo delle monete digitali? Esistono buone probabilità che venga approvata la già menzionata richiesta?

Cosa sono gli ETF su Bitcoin

ETF è l’acronimo di Exchange-Traded Fund, in italiano fondo negoziato in borsa. L’ETF è uno strumento d’investimento passivo che traccia gli indici di riferimento sottostanti, portafogli, obbligazioni, eccetera e replica le loro prestazioni nel mercato.

Il vantaggio offerto dagli ETF è lo scambio sulle borse degli stessi come se fossero normali azioni. Vengono combinate le partecipazioni diversificate di un fondo con il costo ridotto e la negoziabilità di un’azione.

Anche i fondi comuni di investimento sono strumenti che raggruppano titoli per concedere partecipazioni diversificate. Ma tra gli ETF e i fondi comuni d’investimento c’è una grande differenza. Gli ETF sono strumenti passivi mentre che i fondi comuni d’investimento vengono gestiti attivamente da professionisti.

I vantaggi degli ETF

Gli ETF offrono diversi vantaggi:

  • Si scambiano durante il giorno e non a fine giornata, in questo modo sono soggetti a cambio di prezzi infragiornalieri.
  • Essendo strumenti passivi, hanno un costo ridotto di transazione.
  • Sono liberi da carichi di vendita e non sono soggetti a investimenti minimi.

Gli ETF di Bitcoin offrirebbero la possibilità agli utenti in possesso di un conto di intermediazione di investire nella moneta digitale senza doversi preoccupare eccessivamente di conservazione, custodia e acquisto. Quest proprio perché l’ETF su Bitcoin terrebbe traccia dell’indice Benchmark di Bitcoin e ne replicherebbe le prestazioni quotidiane.

Se offre così tanti vantaggi perché ancora non sono presenti sul mercato gli ETF su Bitcoin?
Questo di deve al fatto che prima del lancio di questo tipo di strumento finanziario, deve essere approvato dalla SEC (Securities and Exchange Commission).

Finora tutte le proposte di ETF su Bitcoin analizzate dalla SEC sono state respinte. Dato che dal 2013 la SEC ha respinto le proposte di ETF di Bitcoin, ci sono speranze per il verdetto del 10 agosto?

Qual’è la probabilità di accettazione degli ETF Bitcoin?

Spencer Bogart, all’inizio del 2017, affermò che la probabilità di approvazione di ETF su Bitcoin è pari al 25% proprio perché la SEC si è sempre dimostrata riluttante a introdurre nuove classi di attivi.

A pensarci bene 4 possibilità su 10 di veder realizzato il sogno di molti cripto-investitori sono un po’ poche. Ultimamente c’è stata una svolta che sicuramente aumenterà queste probabilità, infatti la SEC ha riconosciuto Bitcoin ed Ether come valute piuttosto che titoli.

Facendo luce su questo dibattito, è già più chiara la normativa sui due principali asset di criptomonete. Un decisivo passo avanti che potrebbe contribuire all’approvazione degli ETF su Bitcoin il prossimo 10 Agosto.

Perché il 10 Agosto è una data importante?

Secondo molti esperti, se la proposta di ETF su Bitcoin venisse approvata porterebbe ad un pump clamoroso nel valore di Bitcoin.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Secondo il CEO di IronWood, Michael Strutton, l’approvazione degli ETF su Bitcoin darebbe un impulso positivo al mercato delle monete digitali vedendo il valore dei BTC schizzare anche sopra i 35.000 dollari.

ETF su Bitcoin – Tutto quello che c’è da sapere ultima modifica: 2018-07-17T14:32:45+00:00 da Redazione

Condividi questo articolo:

Commenti