Ecco come spendere Bitcoin (quasi) ovunque

Bitcoin VisaMolto spesso si sente dire: “si vabbe’, compro dei Bitcoin… poi però cosa me ne faccio?

Ebbene chi si pone questa domanda non conosce a fondo le criptovalute!

Infatti innanzitutto convertire denaro “fiat” (ovvero le tradizionali valute legali inflattive) in criptovalute (soprattutto quelle deflattive) è un modo migliore di conservare il proprio denaro, proprio perchè le valute fiat in genere sono inflattive e quindi perdono di valore nel tempo, mentre le criptovalute spesso invece sono deflattive, ad acquisiscono valore nel tempo. Certo, il loro valore è decisamente volatile, per nulla stabile, ed è anche a rischio di crollo, ma fintanto che il crollo non si verifica le loro tendenze deflattive le rendono un modo migliore di conservare il denaro rispetto alle valute fiat tradizionali.

Ma se uno volesse spendere le proprie criptovalute? Infatti sono ancora pochi i venditori che accettano pagamenti in criptovalute (Amazon ad esempio non li accetta).

Pochi sanno che esistono delle carte di debito (spesso che girano sul circuito Visa) che si ricaricano in criptovalute, ma consentono di spendere euro! Quindi basta avere una di queste carte per poter spendere Bitcoin ovunque vengano accettate carte di debito. La conversione verrà effettuata dal gestore della carta al momento del pagamento.

C’è addirittura un sito che le compara: su bestbitcoincard.com/eur trovate un confronto tra tutte le principali carte di debito alimentabili in Bitcoin e che consentono di pagare in euro! Addirittura su bestbitcoincard.com/visa avete anche l’elenco di quelle che girano su circuito Visa, mentre su bestbitcoincard.com/mastercard ci sono quelle che girano su circuito MasterCard.

Queste carte però – va detto – hanno un difetto: i costi. Infatti trattengono una cifra come commissione sul cambio, quindi usarle per fare pagamenti significa avere un costo in più. Ovvero se riuscite a trovare venditori che accettano il pagamento diretto in criptovaluta spendete di meno, mentre se volete usare queste carte per pagare con criptovaluta dovete mettere in conto dei costi superiori (ricordatevi che la stragrande maggioranza delle criptovalute oramai prevede dei costi di commissione su qualsiasi invio di denaro, ovvero di token). La cosa bella però è che sono accettate da tutti, perchè il venditore nemmeno saprà che lo avete pagato in criptovalute (lui riceverà direttamente gli Euro come se aveste effettuato il pagamento con una qualsiasi carta Visa “normale”).

Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri articoli di questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.