Il governo coreano supporterà le criptovalute ed incoraggerà le banche ad interagire con gli exchange

corea del sudCambio di rotta in Corea del Sud.

Dopo aver fatto intendere che sarebbe stato addirittura disposto a vietare il trading di criptovalute, il governo coreano si è invece impegnato a regolamentarlo imponendo una licenza obbligatoria agli operatori del settore (soprattutto per eliminare l’aninimato). Ma pare che stiano andando oltre…

Infatti il capo del Servizio di supervisione finanziaria (SSS) della Corea del Sud, Choe Heung-sik, ha detto che il governo sosterrà l’industria della criptovaluta perchè si sviluppi nel paese. Probabilmente si sono accorti che per loro potrebbe essere un business molto interessante, soprattutto visto il blocco degli exchange cinesi (la Cina è uno dei maggiori mercati al mondo per le criptovalute, ed i cinesi oramai utilizzano gli exchange coreani).

Inoltre sempre Choe ha anche dichiarato che lo stesso governo incoraggerà le banche a facilitare le transazioni con gli exchange autorizzati. Non dimenticiamoci che le prime banche al mondo ad offrire anche conti in criptovalute sono state proprio coreane.

Dopo l’annuncio del Ministro dell’Economia svizzero, un altro governo dichiara esplicitamente di puntare allo sviluppo di questo settore. Il dado è tratto!

Fonte: www.ccn.com/south-korea-govt-will-support-cryptocurrency-transactions-financial-regulator


Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.