“Bitcoin è l’ago che farà scoppiare la bolla dei mercati azionari sostenuti dalle banche centrali”

Jon MatonisJon Matonis è il Direttore Esecutivo della Bitcoin Foundation. Quindi è persona di parte, ma è anche persona molto bene informata su questi temi.

Durante un’intervista a Business Insider ha dichiarato:

“Alle persone che dicono che il bitcoin sia una bolla, direi invece che il bitcoin è l’ago che farà scoppiare la bolla dei mercati azionari sostenuti dalle banche centrali: queste sono bolle”!

Secondo Matonis stiamo entrando in un’era “post-legale”, che non è guidata dalle banche centrali. Prima di dedicarsi alla Bitcoin Foundation è stato un trader di valute per la banca giapponese Sumitomo e per Visa. E, nonostante il suo scetticismo riguardo al sistema finanziario attuale, Matonis pensa che sia “meraviglioso” che grandi banche come Goldman Sachs stiano considerando di entrare nel mondo delle criptovalute, perchè portano nuova liquidità. Inoltre sostiene che le istituzioni aiuterebbero a “far maturare il mercato” e ridurne la volatilità.

“Si stano sviluppano mercati a termine, mercati delle opzioni – penso addirittura che inizierete a vedere mercati dei tassi di interesse su bitcoin. Siamo abituati a sentire cose su Libor: l’indice per i tassi di interesse dei bitcoin è Bibor.”

Matonis non crede però che le criptovalute debbano essere regolamentate.

“Penso che dovremmo operare in un ambiente di caveat emptor: lascia che l’investitore faccia la sua ricerca. Si spera che questo costringa molti investitori a fare più ricerche (nessuno li costringe a investire in ICO): se sei preoccupato per il rischio, esci [da questo mercato]”.

Sostiene inoltre che le autorità di regolamentazione siano ancora molto confuse, non solo in Europa ma anche in Nord America, visto che sono abituate a raccogliere fondi per la vendita di debito o la vendita di azioni. Secondo Matonis invece bitcoin è un nuovo modo per una startup per raccogliere fondi.

“In realtà emettono token di utilità nel mercato che non rappresentano equity e non rappresentano il debito: rappresentano una rivendicazione negoziabile sul successo sperato del token. Questo è un modello completamente nuovo, e non si adatta a nessuna delle “scatole” del regolatore”.

Fonte: uk.businessinsider.com/bitcoin-foundations-jon-matonis-bubble-fears-crypto-volatility-2018-3

Iscriviti al nostro canale Telegram
“Bitcoin è l’ago che farà scoppiare la bolla dei mercati azionari sostenuti dalle banche centrali” ultima modifica: 2018-04-03T11:47:56+02:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti