Visa e Paypal tremano (prepariamoci al FUD)

zombiesQuanto costa effettuare ad esempio 42 transazioni sulla rete Visa, o su quella Paypal?

Non lo so, ma su Lightning Network pare costi, in totale, meno di 5 centesimi di dollaro! Stiamo parlando di appena poco più di 1 millesimo di dollaro a transazione… WOW!

Chi usa Visa o Paypal per incassare denaro sa che nemmeno lontanamente è possibile immaginare di pagare così poco 42 transazioni. Inoltre con LN i pagamenti sono immediati, ed i costi delle transazioni sono a carico di chi invia (ovvero il cliente, nel caso di un acquisto), e non di chi riceve. Pertanto chiunque ad oggi gestisca un gran numero di transazioni con Visa, Paypal, o similari, potrebbe ridurre enormemente le spese se ad esempio riuscisse a “spostarle” su Bitcoin con LN.

Certo, Bitcoin non è ancora una valuta stabile (nonostante la volatilità sia scesa circa al 3%), quindi non è ancora una buona moneta transazionale, ma i numeri riportati qui sopra credo facciano gola davvero a molti. Chi non ha mai gestito quantità considerevoli di transazioni difficilmente si rende conto di quanto nel loro complesso possano pesare i costi di commissione sugli incassi…

E’ perciò possibile immaginare che la diffusione di LN possa iniziare ad erodere quote sempre più significative di volume d’affari soprattutto alle grandi reti mondiali che gestiscono un numero molto elevato di transazioni, a costi non indifferenti per i loro clienti. Quindi in primis Visa, Mastercard e Paypal.

Ma non solo: in realtà, anche se è poco risaputo, anche le banche incassano molto denaro con le commissioni sulle transazioni (ad esempio sui bonifici bancari, che oltre che costosi sono anche lenti).

Iscriviti al nostro canale Telegram

Pertanto più si diffonderanno le transazioni in Bitcoin su Lightning Network, più c’è d aspettarsi FUD su Bitcoin stesso. Insomma, prepariamoci a dover spalare montagne di… 😉

Crypto Green Mining
Visa e Paypal tremano (prepariamoci al FUD) ultima modifica: 2018-06-12T09:18:54+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti