Twitter apre alla propaganda politica a pagamento

Ieri il profilo ufficiale Twitter Safety ha pubblicato un tweet in cui afferma che sta allentando le norme sugli annunci “cause-based”, perchè facilitano la conversazione pubblica su argomenti importanti, e che ha in programma di espandere la pubblicità politica consentita nelle prossime settimane.

Secondo Bloomberg si tratta di una vera e propria apertura alla pubblicità politica, ovvero alla propaganda politica a pagamento.

Sebbene non sia ancora chiaro quanto estesi saranno questi cambiamenti, il cambiamento rispetto alle precedenti policy è totale, dato che su Twitter era ancora in vigore un vero e proprio divieto di fare pubblicità per candidati, funzionari eletti e partiti politici, in vigore fin dal 2019.

Il precedente CEO, nonchè co-fondatore del social network, Jack Dorsey, era contrario alla pubblicità politica, perchè riteneva che i politici il consenso non dovessero comprarlo. Il nuovo corso dettato dal nuovo proprietario, Elon Musk, invece privilegia il fatturato, dato che la società è in crisi economica.


Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.