L’India lancerà il test della Rupia Digitale domani

Domani verrà dato il via al progetto pilota della Banca Centrale indiana (RBI, Reserve Bank of India) per la cosiddetta Rupia Digitale (Digital Rupee).

Lo ha annunciato oggi la banca stessa con un comunicato pubblicato sul suo sito web ufficiale.

In precedenza aveva già pubblicato un altro comunicato con cui spiegava i dettagli della nuova moneta.

La Rupia è la moneta a corso legale dell’India, e la Rupia Digitale non sarà altro che la versione nativamente digitale. Dal punto di vista strettamente tecnico le valute nativamente digitali emesse dalle banche centrali vengono chiamate CBDC, ovvero Central Bank Digital Currency (Valute Digitali delle Banche Centrali).

Nel comunicato ufficiale si legge che il 1 novembre 2022 inizierà il progetto pilota per il commercio all’ingrosso, ovvero solo per banche ed aziende, il cui principale caso d’uso è il regolamento di operazioni sul mercato secondario dei titoli di Stato.

L’obiettivo è quello di rendere il mercato interbancario più efficiente.

Invece il primo progetto pilota nel segmento retail, ovvero per i comuni cittadini, dovrebbe essere lanciato entro un mese in località selezionate e per gruppi di utenti selezionati.

Ovviamente bisognerà attendere l’esito di questi progetti pilota per capire se l’utilizzo della Rupia Digitale verrà esteso a tutti oppure no.

Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri articoli di questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.