La Nigeria legalizzerà le criptovalute

Il quotidiano nigeriano Punch ha rivelato che il Parlamento locale approverà presto una legge che legalizzerà le valute digitali in Nigeria.

Il cosiddetto “Investments and Securities Act, 2007 (Amendment) Bill” consentirà alla SEC nigeriana di riconoscere le criptovalute ed altri fondi digitali come “capitale per gli investimenti”, e definirà i ruoli normativi della Banca Centrale e della SEC per quanto riguarda le valute digitali.

L’obiettivo pare sia quello di fare uscire dall’illegalità i nigeriani che utilizzano criptovalute per poterli identificare, dato che fino ad ora l’utilizzo delle criptovalute è stato illegale nel Paese, e quindi nascosto.

Secondo il presidente della commissione per il mercato dei capitali e le istituzioni della Camera nigeriana, Babangida Ibrahim, la Nigeria ha bisogno di un mercato dei capitali efficiente e vivace. Per questo, afferma Ibrahim, il Paese deve rimanere aggiornato sulle pratiche globali.

Non è però detto che la nuova legge risulti particolarmente permissiva nei confronti dell’utilizzo delle criptovalute da parte dei cittadini nigeriani.

L’inflazione nel Paese quest’anno è schizzata al 19%, e la valuta locale (Naira nigeriana, NGN) è da luglio che perde costantemente nei confronti del dollaro (-7% in quattro mesi e mezzo). Dall’inizio della pandemia la Naira ha perso in totale il 19% del proprio valore rispetto al dollaro.

I nigeriani ormai da anni sono molto interessati alle criptovalute, e dato che in totale il Paese ha più di 200 milioni di abitanti, potrebbe fare da apripista all’utilizzo delle criptovalute in Africa.


Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.