JP Morgan fa il doppio gioco

jp morgan chaseRiceviamo da Blockchain Home e pubblichiamo

“I bitcoin sono una truffa. Se trovassi un nostro trader comprarli lo licenzierei all’istante“, parola di Jamie Dimon, CEO miliardario di JP Morgan, tra le più potenti banche d’affari americane.

Una sentenza di morte più volte rilanciata che ha causato non pochi danni alla capitalizzazione dei bitcoin, e in generale, di tutte le cryptovalute.

A settembre, quando i Bitcoin si avviavano verso i 4500 dollari persero il 7% dopo la critica del CEO.

Criticare e screditare i Bitcoin non bastava. Bisognava disintegrarli all’opinione pubblica. Dimon, in una intervista concessa a Bloomberg, tenta di farti notare come questa strana valuta sia usata solo da criminali, drogati. La sua crescita ricorda la bolla dei tulipani.
Insomma più di un motivo, più o meno valido, per starne alla larga.

O magari… più di un motivo per spingerti a venderli, e far crollare il prezzo. Vedere crollare il prezzo infatti è conveniente per chi è interessato a comprare Bitcoin.

Jamie Dimon predica bene e razzola benissimo. Dopo aver mandato nel panico gli investitori si è preoccupato di far investire alla JP Morgan 3 milioni di dollari (solo a settembre 2017) in bitcoin.

E’ successo esattamente quel che pensi.
Un doppio gioco, da squali della finanza, perfettamente riuscito.

Devi sapere che il doppio gioco non finisce qui: sarebbe assurdo se JP Morgan stesso permettesse ai suoi clienti di investire in Bitcoin e avesse un ramo aziendale focalizzato nella blockchain no?

Ebbene… JP Morgan permette di investire in btc e possiede un suo ramo Blockchain (www.jpmorgan.com/global/blockchain)!

 

blockchain home

Matteo Fiore

JP Morgan fa il doppio gioco ultima modifica: 2018-01-15T14:31:28+01:00 da Blockchain Home

Condividi questo articolo:

Commenti