Il crollo delle altcoin

Il market cap complessivo delle criptovalute su Coinmarketcap è sceso sotto i 190 miliardi di dollari. Nel frattempo la Bitcoin dominance è salita ai nuovi massimi del 2018, a quasi il 60%. Ccrolloosa sta succedendo? Tenete presente che in questo momento la capitalizzazione di mercato del solo Bitcoin è di 108 miliardi, mentre quella complessiva di tutte le altre criptovalute messe assieme è di 79 (ovvero del 26% inferiore)…

Il prezzo di bitcoin è in sofferenza, ma è comunque sempre sopra ai minimi del 2018 (sebbene di poco). Invece il prezzo della stragrande maggioranza delle altre criptovalute è in fortissimo calo.

Prendiamo ad esempio Ethereum, la seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato: in questo momento il prezzo è di circa 170 dollari, ovvero ai minimi da un anno. Il precedente minimo era del 15 settembre 2017, quando valeva 220. Quindi rispetto al precedente minimo perde più del 20%.

Anche XRP, la terza criptovaluta, è più o meno sui livelli dell’anno scorso, quelli precedenti al formarsi della bolla speculativa (ricordo invece che bitcoin, ad esempio, è ancora sopra i livelli pre-bolla).

Ma perchè bitcoin tiene, e le altre no?

Da un lato è possibile che qualcuno stia vendendo altcoin per comprare bitcoin (ovvero per spostare l’investimento da altcoin a bitcoin), ma dall’altro è anche possibile che invece le stiano vendendo per incassare denaro fiat. Il fatto che ad esempio i Tether dollar in circolazione (USDT) siano in aumento potrebbe anche confermare questa ipotesi.

Oppure semplicemente c’è in atto una vera e propria fuga degli investitori dalle altcoin. Certo, se sono speculatori probabilmente in questo momento non sono granchè interessati alle altcoin, ma questo potrebbe anche essere solo un fenomeno passeggero, di breve periodo. Se invece la fuga è dovuta a veri e propri investitori che rinunciano ai propri investimenti allora le conseguenze potrebbero essere più pesanti.

Di sicuro qualora il prezzo di bitcoin dovesse tornare a salire probabilmente si porterebbe dietro anche le altcoin, ma non è nemmeno detto che succeda. Quello che invece è chiaro è che, in questo momento, bitcoin continua ad avere estimatori, mentre le altcoin li stanno perdendo. Non dimentichiamoci infatti che in alcuni paesi bitcoin in questo momento viene utilizzato come riserva di valore alternativa a valute locali che si stano svalutando, e che questo utilizzo tra le criptovalute è tipico SOLO di bitcoin.

Pertanto in effetti sembra che bitcoin stia tenendo, e si stia ritagliando un ruolo come tecnologia effettivamente utile, mentre la stragrande maggioranza delle altcoin in questo momento non sembra in grado di fare altrettanto.

Iscriviti al nostro canale Telegram
Il crollo delle altcoin ultima modifica: 2018-09-12T10:11:26+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti