Gli americani si fidano più di Satoshi Nakamoto che della Fed

jeff sprecherJeffrey Sprecher è l’amministratore delegato di Intercontinental Exchange Inc. (ICE), ovvero la società proprietaria e gestore della Borsa di New York (NYSE). Da un po’ di tempo a questa parte tiene d’occhio anche i nascenti mercati di scambio delle criptovalute.

Durante un’intervista a Bloomberg Sprecher ha affermato che è imprudente ignorare le criptovalute e che non esclude la possibilità di lanciare futures sulle criptovalute su una delle proprie piattaforme di trading. Tuttavia ha anche dichiarato:

“C’è una tendenza che qui non possiamo ignorare (quindi non la sottovaluto): la gente ripone più fiducia in un uomo di nome Satoshi Nakamoto, che nessuno ha mai incontrato, che nella Federal Reserve degli Stati Uniti” (ovvero la Banca Centrale degli USA).
“Siamo ancora all’inizio, ma le persone sembrano più a loro agio con la tecnologia rispetto alle istituzioni del governo e della società con cui sono cresciuto”.

Queste dichiarazioni sono molto interessanti (soprattutto vista la fonte), ed allo stesso tempo è interessante anche che la crisi non abbia portato l’ICE a vedere i mercati delle criptovalute con incredulità (anzi…). Anche se è vero che la società ha recentemente collaborato con Blockstream per avviare un feed di dati relativo alle criptovalute, in realtà ha esitato a saltare sul carro dei futures su Bitcoin, facendosi anticipare dalla borsa di Chicago.

La cosa realmente interessante è che il mese scorso la SEC ha iniziato a prendere in considerazione una proposta di ICE di dicembre 2017, che avrebbe consentito alla compagnia di creare due ETF Bitcoin sulla borsa di New York (ricordiamo che molti chiamano gli ETF il “Sacro Graal di Bitcoin”). Evidentemente su questo carro non ci sono saltati prima, ma pare vogliano saltarci adesso…

Iscriviti al nostro canale Telegram

Fonte: www.bloomberg.com/news/articles/2018-04-09/ice-s-chief-says-crypto-trading-is-a-trend-we-can-t-ignore

Gli americani si fidano più di Satoshi Nakamoto che della Fed ultima modifica: 2018-04-10T11:38:50+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti