Ecco come FTX sperperava i soldi dei suoi clienti

Ieri Business Insider ha rivelato che FTX in soli nove mesi ha speso quasi 40 milioni di dollari in hotel, cibo e viaggi.

Questi sono i dati contenuti in alcuni documenti presentati al tribunale fallimentare ed esaminati da Insider.

In particolare da quei documenti si evince che da gennaio a settembre 2022 la società ha speso 15,4 milioni di dollari in hotel ed alloggi di lusso alle Bahamas, ovvero là dove aveva sede.

La maggior parte di questa somma (5,8 milioni) è stata spesa all’Albany Hotel, un resort sull’oceano con il proprio porto turistico ed un campo da golf, dove il co-fondatore ed ex CEO, Sam Bankman-Fried (SBF), ha vissuto in un attico. Secondo uno dei fondatori di Albany in alta stagione questo attico può costare fino a 60.000$ a notte.

Altri 3,6 milioni sono stati spesi al Grand Hyatt, un hotel a 4 stelle dove la camera più economica costa 369$ a notte, e che nel marzo 2022 ha ospitato il ricevimento per i principi britannici William e Kate.

Facendo i calcoli, dato che FTX aveva circa 1.310 dipendenti, in media ha speso quasi 12.000$ per ogni singolo dipendente in nove mesi in hotel.

Oltre a ciò la società ha anche speso 6,9 milioni di dollari in “pasti ed intrattenimento“, con quasi la metà andata in servizi di catering.

Secondo Fox Business, SBF spesso spendeva anche 2.500$ a pranzo per sé e per il personale in un bistrot di Nassau.

Secondo il Financial Times FTX noleggiava anche aerei privati per far arrivare pacchi Amazon da Miami, perché le consegne alle Bahamas non erano garantite.

A questo punto diventa piuttosto semplice capire perchè quando sono esplose le richieste di prelievo da parte dei loro clienti non avessero più sufficienti fondi per soddisfarle tutte.


Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.