Il trojan che ruba i bitcoin

trojanE’ stato scoperto un trojan (ovvero un tipo di virus informatico) in grado di rubare i bitcoin. Lo abbiamo scoperto grazie ad una segnalazione di Alberto De Luigi sul  gruppo Facebook Bitcoin Italia.

Funziona nel seguente modo:

  • si installa sul vostro computer senza che ve ne accorgiate, e non dà segno alcuno della sua esistenza (mentre in realtà gira in background senza che ve ne accorgete)
  • quando si vuole inviare del bitcoin (o dei BitcoinCash) e si incolla l’indirizzo del wallet del destinatario il trojan riconosce che si tratta di un indirizzo di un wallet e lo sostituisce con un altro (ad esempio 19Y4NSiG8kkzwWjMD17euEaQ5PErpwxWkP)
  • visto che le transazioni in criptovalute sono irreversibili, se si effettua l’invio senza controllare che l’indirizzo incollato sia effettivamente uguale a quello copiato, i token non vengono inviati al wallet a cui li si voleva inviare, ma a quello il cui indirizzo è stato sostituito (ovvero quello degli hacker) e non possono essere più recuperati.

Come potete notare all’indirizzo 19Y4NSiG8kkzwWjMD17euEaQ5PErpwxWkP (che è un indirizzo BCH) negli ultimi mesi sono già arrivati diversi token BCH (o BCC che dir si voglia), quindi ha già fatto diverse vittime. Il problema è che i token “dirottati” in questo modo non possono più essere recuperati.

Iscriviti al nostro canale Telegram

FATE ATTENZIONE quando inviate dei token di criptovalute: prima di effettuare l’invio definitivo controllate sempre bene che l’indirizzo del wallet a cui li state inviando sia quello giusto, altrimenti potreste perderli per sempre!

Il trojan che ruba i bitcoin ultima modifica: 2017-10-27T18:12:14+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti