In Svizzera Ethereum verrà usato per votare online

svizzeraE’ da tempo che si discute di come poter sfruttare la Blockchain per identificare con certezza e sicurezza l’identità del cittadino.

Nel Cantone svizzero di Zug (la “capitale del Bitcoin“) stanno per sperimentare una nuova tecnologia basata su Ethereum che consentirebbe di identificare in modo univoco e non falsificabile l’identità dei cittadini. Ethereum infatti non è solo una criptovaluta (anzi in realtà la criptovaluta si chiamerebbe Ether), ma una vera e propria piattaforma informatica decentralizzata che  supera il concetto base di “criptovaluta” e mira a diventare un vero e proprio sistema di riconoscimento e scambio.

Ed è proprio per questa sua capacità di fungere da piattaforma informatica su cui sviluppare strumenti basati su Blockchain che è stato scelto Ethereum per questo progetto del Cantone Zug. In buona sostanza il Cantone metterà a disposizione dei cittadini che lo vorranno un’App grazie alla quale sarà possibile ottenere la propria identità digitale (ovviamente unica e non falsificabile), verificata e protetta in modo da poterla utilizzare ufficialmente per il proprio riconoscimento nei confronti del Cantone stesso.

Secondo Ethereum News Italia (il magazine nazionale di riferimento per questa specifica tecnologia) il Cantone “offrirà un crypto-address in cui ogni residente si potrà registrare e conservare i propri dati sensibili. L’idea finale infatti è quella di digitalizzare l’attuale sistema di riconoscimento e cittadinanza, utilizzando il sistema crittografico come prima forma di protezione e sicurezza per entrambi le controparti.”

Uno degli obiettivi previsti sarebbe quello di utilizzare questo sistema per riconoscere con precisione e sicurezza l’identità dell’elettore, in modo da poter finalmente sperimentare dei sistemi di “e-voting” (ovvero voto elettronico). Infatti uno dei problemi principali del voto elettronico non è l’hackeraggio dei risultati (oramai si sa come proteggerli) ma l’hackeraggio del voto stesso. Questo sistema invece dovrebbe poter evitare il voto doppio (ovvero nessun elettore dotato di questa identità elettronica potrà votare due o più volte, ma una sola), ma mantenendo lo stesso la segretezza del voto, e dovrebbe anche evitare che qualcuno possa votare sfruttando un’identità falsa o altrui.

Sempre Ethereum News Italia scrive che Dolfi Muller, il sindaco di Zug, ha dichiarato: “Noi vogliamo un unico sistema elettronico di identificazione, come un passaporto, con altre possibili applicazioni. Noi non vogliamo l’identità digitale ID centralizzata, ma sulla Blockchain”.

Se il progetto del Cantone di Zug andrà in porto potrebbe essere l’apripista per una vera e propria rivoluzione tecnologica mondiale in questi campi!

Iscriviti al nostro canale Telegram

Fonte: ethblogitalia.it/2017/07/08/li-canton-zug-ch-utilizzera-ethereum-verificare-le-ids-votare/

In Svizzera Ethereum verrà usato per votare online ultima modifica: 2017-07-08T11:00:43+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti