Sterline digitali: sarà vietato possederne troppe

Le valute digitali delle banche centrali iniziano a coprirsi di ridicolo ancor prima di essere nate!

E’ il caso della sterlina digitale (digital pound), il cui progetto di sviluppo da parte della banca centrale britannica (Bank of England, BoE) ormai è iniziato.

Ebbene, sul sito web ufficiale della Bank of England è stato pubblicato un lungo PDF che descrive le caratteristiche che dovrebbe avere la sterlina digitale.

A pagina 80 si legge espressamente:

La Banca porrà alcuni limiti alle disponibilità di sterline digitali, almeno durante il suo periodo introduttivo. Viene proposto un limite individuale compreso tra £ 10.000 e £ 20.000.

Per giustificare questa assurdità – assolutamente impossibile per le vere criptovalute – il documento afferma che, sebbene la sterlina digitale dovrebbe essere ampiamente disponibile per l’utilizzo di massa, deve però anche essere concepita in modo tale da gestire eventuali rischi finanziari e di stabilità monetaria.

Tali rischi sarebbero connessi ad eventuali ampi e rapidi deflussi di capitali, in particolare durante il periodo introduttivo iniziale, ma anche durante i successivi periodi di stress.

In altre parole vogliono evitare la cosiddetta “corsa agli sportelli” delle sterline digitali alla radice, semplicemente impedendo che se ne possano possedere molte.

Visto che addirittura la banca centrale potrà impedire a chi possiede sterline digitali di averne più di 20.000, pensate a quante altre limitazioni (o controlli) potrà imporre…


Un ringraziamento speciale a CryptoRefills, senza cui questo blog non potrebbe esistere.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.