In Siberia con il mining ci scaldano le case

siberiaCome saprete il mining di Bitcoin richiede moltissima energia. Questa energia alla fine si trasforma tutta in calore, tanto che le cosiddette “mining farm” (ovvero i capannoni pieni zeppi di server per minare) devono essere costantemente raffreddate per eivtare surriscaldamento.

Tuttavia questo, che è un problema nei paesi caldi o con clima mite, può diventare addirittura una risorsa nei paesi freddi!

Ad esempio in Siberia… La Siberia è una delle zone abitate più fredde del pianeta, ed è anche parte della Russia. La Russia è ricca di giacimenti di idrocarburi (petrolio e gas naturale), pertanto i costi di produzione dell’energia elettrica sono molto bassi. Talmente bassi che in Russia minare Bitcoin conviene (mentre ad esempio in Italia è molto più difficile guadagnarci, a causa proprio del costo molto più elevato dell’energia elettrica).

A questo punto due imprenditori siberiani (Ilya Frolov e Dmitry Tolmachyov) hanno costruito una casetta di legno a Irkutsk, e si sono messi a minare Bitcoin. In totale incassano circa 430 dollari al mese con questa attività, ed utilizzano il calore prodotto dall’hardware per scaldare uno spazio di 20 metri quadrati. Così con il mining si scaldano gratis, e guadagnano denaro!

Iscriviti al nostro canale Telegram

Fonte: qz.com/1117836/bitcoin-mining-heats-homes-for-free-in-siberia

Crypto Green Mining
In Siberia con il mining ci scaldano le case ultima modifica: 2017-11-07T16:21:44+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti