“Serve un portavoce del settore crypto in Italia. Formiamo un comitato di esperti”

Oggi il profilo Twitter satirico Crypto Meme Italia ha proposto un’iniziativa molto seria in risposta al recente disegno di legge del governo Meloni.

Come prima cosa ha affermato che in Italia manca un portavoce del settore crypto, e che invece in altri paesi ci sono personaggi di spicco pro-crypto, attivi anche in politica, che combattono per questa causa.

Ha poi aggiunto che il nuovo disegno di legge è un passo in avanti, ma può essere migliorato, affermando che all’ipotetico processo di miglioramento “dovrebbero partecipare VERI esperti del settore, in modo da favorire l’innovazione e semplificare l’aspetto fiscale”, dubitando che chi ha scritto l’attuale bozza sia realmente un esperto in questo campo.

Infine ha proposto la creazione di un comitato formato dai maggiori esperti in Italia, dove poter dare voce alla discussione ed aprire il dibattito.

In passato sono già state tentate iniziative simili, sia a livello associazionistico che addirittura governativo. Tuttavia, come afferma Crypto Meme Italia, nel nostro Paese in realtà manca una vera e propria rappresentanza del settore crypto ampiamente riconosciuta come tale.

Anche perchè le iniziative governative in tal senso sono ovviamente di parte, ovvero espressione della maggioranza politica del momento, e non possono certo essere rappresentative ad esempio delle aziende e dei professionisti del settore. Invece quelle associazionistiche non sono mai riuscite a raccogliere consensi così ampi da poter ambire a rappresentare il settore crypto italiano nel suo complesso.

Per partecipare a questo dibattito è sufficiente commentare il tweet di Crypto Meme Italia con cui ha lanciato questo dibattito.


Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Tutti gli articoli di questo blog sono leggibili gratuitamente. In cambio ti chiedo solo di iscriverti al mio canale Telegram, t.me/MarcoCavicchioliUfficiale: così riceverai le notifiche dei prossimi articoli. Grazie.