Secondo Goldman Sachs Bitcoin potrebbe scendere sotto i minimi di Febbraio

Goldman SachsAbbiamo già avuto modo in passato di pubblicare diverse previsioni corrette sul prezzo di Bitcoin provenienti da Goldman Sachs. Anche questa previsione è stata fatta da Sheba Jafari, quindi non conviene ignorarla.

Domenica scorsa il team di analisi tecnica di Goldman Sachs ha inviato una nota ai propri clienti avvertendo che Bitcoin potrebbe subire nei prossimi giorni un drastico calo di valore, che potrebbe portarlo persino sotto il picco minimo di Febbraio 2018. Infatti domenica si sarebbe “rotto un supporto” a quota 9.200 dollari, e Sheba Jafari commenta così:

“La rottura è significativa in quanto implica un potenziale per un declino più impulsivo”.

La nota di Goldman Sachs avvisa gli investitori che il prossimo punto di rottura potrebbe essere attorno a 7.500 dollari:

“Il prossimo livello significativo è sceso tra 7.667 dollari e 7.198. L’eventuale rottura anche di questo supporto potrebbe provocare danni strutturali, aumentando il rischio di nuovi minimi (sotto i 6.000 dollari). A questo punto sarebbe necessario tornare fino oltre quota 9.300 per stabilizzarsi di nuovo”.

Va però aggiunto che da quando è stata pubblicata questa nota la quota 9.300 è già stata raggiunta (ma in modo non ancora stabile).

Iscriviti al nostro canale Telegram

Fonte: www.businessinsider.com/bitcoin-price-risks-rising-goldman-sachs-2018-3

Crypto Green Mining
Secondo Goldman Sachs Bitcoin potrebbe scendere sotto i minimi di Febbraio ultima modifica: 2018-03-13T08:24:45+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti