Oggi niente effetto future!

vittoriaOggi, 14 Febbraio 2018, scade il secondo future alla CBOE di Chicago.

Quando è scaduto il primo, il 17 Gennaio 2018, si è verificato un vero e proprio crollo del valore di Bitcoin. Infatti pare che alcuni sottoscrittori del primo future fossero riusciti a far crollare significativamente il prezzo del Bitcoin in poco tempo (2 o 3 giorni), guadagnandoci molto.

Questa volta invece tutto ciò non è successo. Perchè?

Il valore di Bitcoin infatti da qualche giorno è stabile, ed oggi addirittura è in leggera crescita (+3% rispetto a ieri). Quindi la vera anomalia non è quello che è accaduto oggi, ma quello che accadde il 17 Gennaio!

Per ora non ci sono ancora spiegazioni esaurienti per giustificare questa differenza, ma possiamo dire lo stesso alcune cose:

  1. il 17 Gennaio il prezzo era ancora in bolla, quindi probabilmente era più facile farlo crollare (ora che non pare più in bolla, farlo crollare è decisamente molto più difficile)
  2. se non si riesce a manipolare il prezzo di Bitcoin facendolo crollare non si può guadagnare molto con scommesse di tipo “short” (ovvero al ribasso) coperte con future
  3. l’effetto dei futures sulle variazioni del valore a breve termine sembra essersi ridimensionato
  4. negli ultimi giorni (dopo il 6 Febbraio) la volatilità si è ridotta parecchio.

Che siano le “prove generali della normalizzazione”?

Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.