No, Bitcoin non è ai minimi e non sta morendo

disperato

RaiNews ha pubblicato un articolo intitolato: “Bitcoin ai minimi storici, addio criptovalute?

Il titolo è errato: infatti Bitcoin NON è ai minimi storici. Basta aprire un qualsiasi grafico storico del prezzo di bitcoin per accorgersi che ad oggi il suo valore è ampiamente superiore ai minimi storici.

Nel testo dell’articolo si legge che “la più nota delle valute digitali è in crisi, la più nera nei suoi 10 anni di vita”. Anche questo è falso, perchè in passato ci sono state crisi in cui il valore è sceso in percentuale molto di più di quanto non sia sceso negli ultimi 14 mesi.

Poi continua dicendo: “E’ il periodo più buio del Bitcoin nei suoi 10 anni di vita, tanto che anche i più ferventi sostenitori della criptovaluta cominciano a dubitare che possa essere in grado di competere con le valute tradizionali”.

In realtà anche questo è impreciso: molti esperti hanno sempre sostenuto che Bitcoin non è in competizione con le valute fiat, perchè ha natura deflattiva e non inflattiva (sebbene debba ancora dimostrare di essere realmente una moneta deflattiva). Anzi, chi sostiene che Bitcoin debba competere con le valute inflattive forse non ha capito bene cosa sia, e come funzioni, il cosiddetto “oro digitale”.

Altro errore dell’articolo è questo: “Ma i segnali del crollo dell’interesse nel Bitcoin, secondo il quotidiano, sono ovunque”.
Invece non è affatto così, perchè ci sono diversi segnali di tenuta (come il numero di transazioni giornaliere), e addirittura alcuni segnali di crescita (come l’hashrate).

Infine altro errore: “Resta, come nota positiva, la tecnologia sottostante al Bitcoin e che ne garantisce la validità, la blockchain, che ha un forte potenziale e che. secondo molti osservatori, potrebbe sopravvivere a lungo termine, più delle criptovalute”.

La blockchain infatti è una tecnologia molto interessante, ma solo se decentralizzata. Le “blockchain” non decentralizzate infatti non sono un’innovazione particolarmente interessante: sarà la decentralizzazione, e SOLO la decentralizzazione, a rivoluzionare il mondo. E non è possibile avere una blockchain realmente decentralizzata senza una sua criptovaluta nativa. Pertanto blockchain non può sopravvivere alle criptovalute.

Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri articoli di questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.