Lo sapevate che si possono anche spedire raccomandate pagando in Bitcoin?

lettera senza bustaIn molti sono ancora scettici sull’utilizzo dei bitcoin, ma prima o poi dovranno rassegnarsi al fatto che possano anche essere utilizzati come moneta “transazionale” (ovvero per pagare prodotti e servizi).

E il caso di LetteraSenzaBusta.com che offre la possibilità di pagare in bictoin. Di cosa si tratta?

Si tratta di un ufficio postale online italiano per spedire direttamente dal proprio computer, tablet o smartphone,
raccomandate cartacee sicure e incontestabili, con pieno valore legale e probatorio valido in giudizio. La raccomandata viene inviata senza la busta, e questo consente di evitare eventuali contestazioni sul contenuto della lettera da parte del destinatario. Ovviamente si possono spedire anche lettere normali con posta prioritaria, telegrammi, disdette o recessi, lettere di vendita, e validare temporalmente atti, contratti o altri documenti con il servizio Data Certa Online™.

Ovviamente c’è anche l’App per Apple o Android. Grazie a questo servizio si possono spedire raccomandate, o lettere, pagando in bitcoin.

Il bitcoin infatti è una moneta! Magari non è (ancora) utilizzatissimo per questi scopi, e probabilmente non è nemmeno facilissimo da usare in questo modo (facile per chi acquista, ma non altrettanto facile per chi vende, data l’elevata volatilità del valore), ma rimane a tutti gli effetti una moneta. Questo non è di certo l’utilizzo principale (che rimane la speculazione), ma chi sostiene che il Bitcoin non serva a nulla se non a gonfiare bolle speculative dovrebbe sempre ricordarsi che invece è pur sempre una moneta di scambio. Il fatto che questo non costituisca il suo utilizzo principale significa solamente che il suo aspetto speculativo è più interessante di quello transazionale, ma quello transazionale c’è (ed è stato il punto di partenza del suo boom).

Iscriviti al nostro canale Telegram
Lo sapevate che si possono anche spedire raccomandate pagando in Bitcoin? ultima modifica: 2017-08-30T14:14:50+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti