L’FBI sottrae bitcoin ai ladri (ed il prezzo scende)

L’FBI è riuscita ad entrare in possesso di alcuni bitcoin che dei truffatori avevano ottenuto come riscatto grazie ad un attacco ransomware.

Purtroppo si è diffusa la notizia falsa che l’FBI fosse riuscita a craccare l’indirizzo pubblico su cui questo pagamento in bitcoin è stato ricevuto, mentre in realtà è più probabile che l’FBI sia riuscita ad hackerare gli hacker e scovare sui loro computer la chiave privata di quell’indirizzo, forse non conservata con sufficiente cura.

Il mercato a questa notizia ha pertanto reagito male, nonostante invece si tratti di una buona notizia, perchè significa che farsi pagare riscatti in bitcoin può aiutare le forze dell’ordine a recuperare il maltolto.

Notizia del recupero dei bitcoin rubati:
https://www.elliptic.co/blog/us-authorities-seize-darkside

Indirizzo pubblico degli hacker:
https://www.blockchain.com/btc/address/bc1qq2euq8pw950klpjcawuy4uj39ym43hs6cfsegq

Racconto dell’investigatore FBI:
https://storage.courtlistener.com/recap/gov.uscourts.cand.379840/gov.uscourts.cand.379840.1.0.pdf

Mio indirizzo email:
info@marcocavicchioli.it

L’FBI sottrae bitcoin ai ladri (ed il prezzo scende) ultima modifica: 2021-06-08T08:56:55+02:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti