Le transazioni in Bitcoin tornano ai livelli di due anni fa

Guardate questo grafico. Si tratta del numero totale di transazioni giornaliere registrate sulla blockchain di Bitcoin negli ultimi 24 mesi.

transazioni giornaliere bitcoin

Come noterete c’è stato un picco tra Dicembre 2017 e Gennaio 2018, dovuto alla bolla speculativa. Probabilmente ricorderete anche che in quel periodo i costi di una transazione in Bitcoin erano schizzati alle stelle (anche 15 euro per transazione)…!

Questo grafico sembrerebbe suggerire due cose:

  1. molti utenti durante il boom di fine 2017/inizio 2018 hanno “imparato la lezione”, ovvero che in questo momento è ancora meglio fare quante meno transazioni possibile in Bitcoin a causa degli elevati costi (che in realtà potrebbero già essere ridotti utilizzando SegWit, e che verranno ridotti drasticamente quando sarà possibile utilizzare Lightning Network un po’ dappertutto);
  2. esiste una curiosa “stagionalità” nell’utilizzo di Bitcoin.

Il primo punto in realtà, se fosse vero, sarebbe molto più profondo di quanto non potrebbe apparire invece ad un’analisi superficiale. Infatti visto che il picco minimo di utilizzo del 2018 è simile a quello del 2017, ma il prezzo di Bitcoin in quei giorni era comunque superiore a quello dell’anno scorso addirittura del 488%, non significa che a Febbraio 2018 Bitcoin è stato usato poco perchè le persone non volevano usarlo: significa invece probabilmente che hanno “imparato la lezione”, ed hanno iniziato ad usarlo più come riserva di valore che non come moneta di scambio. Questo sembrerebbe confermato dal grafico del numero di transazioni giornaliere di Litecoin, che a Febbraio 2018 sono state molte di più rispetto a Febbraio 2017. In altre parole gli utenti a Febbraio 2018 non hanno abbandonato l’utilizzo delle criptovalute, ma hanno imparato ad usare monete come Litecoin per le transazioni spicciole (o i pagamenti), e Bitcoin invece come riserva di valore (o asset speculativo).

Il secondo punto è molto interessante, perchè conferma un’ipotesi di cui avevamo già avuto modo di parlarvi. Ovvero a Gennaio e Febbraio negli ultimi anni si è sempre verificata una flessione, mentre a Marzo l’utilizzo (ed il valore) sono tornati a crescere (nel 2017 la flessione nell’utilizzo c’è stata ad Aprile, e la crescita a Maggio). Come abbiamo già detto ci sono diversi fattori stagionali (tra cui il Capodanno Cinese) che sembrano influenzare ogni anno l’utilizzo di Bitcoin a cavallo del nuovo anno, e questo può essere utilizzato per fare delle previsioni.

Fonte: blockchain.info/charts/n-transactions?timespan=2years&daysAverageString=7

Le transazioni in Bitcoin tornano ai livelli di due anni fa ultima modifica: 2018-03-06T10:43:11+01:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti