L’Antminer E3: l’ASIC per Ethereum

antminer a3Riceviamo da Crypto Green Mining e pubblichiamo 

Era nell’aria, questo è certo. Con la drastica caduta del prezzo di Ethereum, come tutte le altre cryptovalute, sono crollati drasticamente anche i guadagni del mining. L’aumento dei prezzi delle GPU ha fatto piangere i nuovi investitori che si sono ritrovati a pagare schede anche 500 euro ritrovandosi con un hardware che prima produceva 3 dollari al giorno, adesso solo uno o meno.

Approfittatasi di questa onda di sconforto, la Bitmain ha rilasciato il nuovo Antminer E3, un ASIC per Ethereum. Ma La domanda che tutti si pongono è questa: sarà profittevole? Ma, soprattutto, funzionerà?

Nelle ultime settimane Monero, o meglio il suo algoritmo, è stato protagonista di un forte dibattito scaturito dal rilascio di ASIC molto potenti. Chi preso dal guadagno facile è andato subito ad acquistarli, anche ad un prezzo “modico” (12mila dollari), si è ritrovato pochi giorni dopo, in un pericoloso vortice che minacciava queste macchine: un Fork che le avrebbe rese non funzionanti. E purtroppo, o per fortuna, il Fork è avvenuto. Non solo, ma chi aveva acquistato i pezzi da 12mila dollari dopo pochi giorni ha trovato sul sito stesso della Bitmain nuove batch della stessa macchina ad 1/5 del prezzo inziale. Fortunatamente la Bitmain, resasi conto della brutta figura ha provveduto a consegnare più macchine a chi aveva già pagato la cifra citata. Ma essendo avvenuto il Fork per quale motivo queste macchine sono state comunque vendute e spedite? Per il semplice fatto che è nato un nuovo algoritmo il cryptonightV7 resistente agli ASIC, lasciando alle spalle il vecchio cryptonight ancora funzionante e supportato da Nicehash, cosa che ha  permesso una convivenza di questi ASIC con le GPU.

Questa storia ha fatto intimorire molti investitori, restii al preordine dell’E3. Su molti social, infatti sono già partite le petizioni per un Fork di Ethereum per renderlo ASIC resistant, ma i risultati non si sanno ancora. E3 oltretutto lascia un po’ a desiderare. Le sue prestazioni non sono eccezionali come si pensava. Con una potenza di 180 MH/S e 800 watt di consumo può essere tranquillamente comparato ad un rig di 6 rx580 che con i dovuti overclock e bios mod avrebbe la stessa potenza ed addirittura un minor spreco di energia. Ma c’è una notevole differenza: il prezzo. L’E3 infatti ha un prezzo di 800 dollari lo stesso di due rx580. Allo stesso costo di un rig come quello sopra citato vi portereste a casa 3 E3 compresi di alimentatore. Potenza triplicata ma consumo quasi quadruplicato (però stesso prezzo).

Per noi italiani non è molto conveniente. Sottolineiamo il fatto che sono in preordine e prima della seconda metà di luglio, come scritto sul sito Bitmain, non verranno spediti, salvo qualche cambiamento. Soprattutto non conosciamo ancora l’esito delle petizioni per il Fork ASIC resistant. Quindi attenzione agli investimenti! Il mondo del mining è un po’ in confusione, e non è ancora arrivato il bello.

Link del prodotto: http://bit.ly/2q9TJWw

Vi invito a passare sulla nostra pagina crypto green mining. Siamo una start-up nata per aiutare chi ha voglia di entrare a far parte del mondo delle cryptovalute. Offriamo consulenze private: dal setup wallet al set up exchange, costruiamo per voi miner personalizzati, configuriamo i vostri hardware via teamviewer, facciamo da intermediari per acquisti di miner ASIC e molto altro.

Link alla nostra pagina facebook: http://bit.ly/2JoxP9L

Link del nostro sito: http://bit.ly/2EsBTCw

Iscriviti al nostro canale Telegram
L’Antminer E3: l’ASIC per Ethereum ultima modifica: 2018-04-06T13:52:51+02:00 da Luigi Travaglini

Condividi questo articolo:

Commenti