La Fed sta danneggiando Bitcoin (e i mercati crypto)

La parole di ieri del presidente della Fed, Jerome Powell, hanno fatto capire piuttosto chiaramente che la politica monetaria restrittiva della banca centrale USA andrà avanti PER ANNI. Fino al 2024, o forse addirittura fino al 2025.

Il fatto è che invece la politica monetaria espansiva, lanciata a marzo 2020 per combattere i problemi causati da pandemia e lockdown, è durata meno di due anni.

Quindi meno di due anni di politica monetaria espansiva seguita da più di tre anni di politica monetaria restrittiva.

Bitcoin prospera durante i periodi di politica monetaria espansiva, ed infatti tra 2020 e 2021 è cresciuto molto. Ma soffre durante i periodi di politica monetaria restrittiva. Questo in realtà vale anche per l’intero mercato crypto, e persino per i mercati finanziari tradizionali.

In altre parole la politica monetaria della banca centrale USA, che condiziona un po’ tutti i mercati finanziari a livello globale, sta danneggiando i mercati finanziari stessi, compresi quelli crypto.

Probabilmente questo è il prezzo da pagare per l’enorme creazione di dollari avvenuta tra 2020 e 2021.

Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.