In Giappone stanno testando Lightning Network per le ricariche delle auto elettriche

lightning networkLightning Network è la soluzione che dovrebbe consentire transazioni immediate (ed a bassissimo costo) con Bitcoin. Insomma, quella che dovrebbe trasformare Bitcoin in un mezzo di pagamento ampiamente diffuso. Ad oggi LN esiste già, ma è ancora in fase sperimentale.

A partire dal 1° Marzo 2018 in Giappone sono iniziati dei test per consentire di pagare in Bitcoin, attraverso LN, l’energia elettrica per la ricarica delle auto elettriche (in combinazione con l’Internet of Things, visto che i wallet sono installati direttamente sulle auto, ed il pagamento avviene in automatico).

Con un comunicato stampaChubu Electric Power, insieme a Infoteria e Nayuta, annunciano che stanno lavorando ad esperimenti dimostrativi, grazie ad un software open source di Nayuta. Chubu Electric Power sta pianificando di proporre un nuovo servizio ai condomìni in cui sono installate colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, mentre Infoteria ha creato un’applicazione per smartphone basata su blockchain.

Il software di Nayuta è in grado di gestire sia transazioni “tradizionali” (ovvero direttamente sulla blockchain), sia transazioni con LN, pertanto può già essere utilizzato anche in questa fase di test. Pertanto il progetto di Chubu Electric Power potrà già essere operativo fin dall’inizio.

Secondo Kenichi Kurimoto, direttore di Nayuta, Lightning Network “è in grado di gestire in tempo reale un enorme numero di transazioni“.

Fonte: jp.techcrunch.com/2018/03/01/nayuta-lightning-network

Un ringraziamento speciale allo sponsor di questo blog che rende possibile la sua esistenza: CryptoRefills.
Su cryptorefills.com trovi buoni regalo e ricariche del telefono acquistabili in Bitcoin ed altre criptovalute, da spendere in molti negozi e siti di e-commerce: clicca per sapere quali.


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri articoli di questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.