Il test di voto su blockchain in Svizzera “è stato un successo”

svizzeraA Zugo (la “capitale” della Crypto Valley svizzera) hanno effettuato un test di voto su blockchain.

Si è trattato solo di un sondaggio su questioni locali, ma è stato effettuato online grazie ad una tecnologia basata su Ethereum.

Secondo quanto detto dal direttore delle comunicazioni di Zugo Dieter Mueller il test “è stato un successo“. 

240 cittadini di Zugo erano idonei a votare, grazie ad un ID digitale chiamato uPort che hanno dovuto ottenere recandosi di persona agli sportelli del Comune (un po’ come la tessera elettorale). Di questi 72 hanno votato sul sondaggio online grazie ad un’App per smartphone.

I dettagli tecnici del test verranno ora valutati nei prossimi mesi, per comprenderne eventuali vulnerabilità o miglioramenti da fare. Quindi per ora di questo test non si sa altro.

Uno degli obiettivi principali ovviamente è quello di riuscire a mantenere segreto il voto, ma è anche necessario potersi assicurare la garanzia che i risultati delle votazioni siano corretti, verificabili e immutabili. Il processo di voto non è stato gestito con un server centrale, ma è stato distribuito tramite blockchain su molti computer, così da renderlo a prova di manomissione.

Nel frattempo si stanno muovendo in questo senso anche a Losanna, dove l’Istituto federale di tecnologia di Losanna (EPFL) sta elaborando un altro metodo di voto basato su blockchain, con un’applicazione open source a prova di manomissione, grazie alla quale “chiunque può verificare i dati e dimostrare che le elezioni non sono state truccate”.

Iscriviti al nostro canale Telegram

In realtà questi sono ancora solo dei test, e ci vorrà probabilmente ancora molto tempo prima che si riesca a realizzare un sistema davvero sicuro. Ad esempio sono già state riscontrate possibili debolezze legate al fatto che i voti potrebbero essere comprati tramite smart contract. Quindi il processo di sviluppo che forse ci porterà prima o poi ad avere un sistema sicuro di voto online si annuncia particolarmente lungo e complesso. Ma se non altro qualcuno lo ha iniziato!

Il test di voto su blockchain in Svizzera “è stato un successo” ultima modifica: 2018-07-05T11:19:17+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti