Il ruolo della blockchain nella decentralizzazione

blockchainVi ho già descritto perchè la decentralizzazione potrebbe essere davvero disruptive. Ora voglio farvi capire quale sia il ruolo della blockchain in questo processo.

Esistono diversi sistemi decentralizzati online (Internet stessa è una rete decentralizzata), ma tutti hanno la necessità di essere basati su protocolli ferrei condivisi. Uno dei modi per assicurarsi che un gruppo di persone (anzi: di software) sia decentralizzato è quello di creare una rete P2P.

Ma una rete P2P da sola non è sufficiente: in alcuni casi, come ad esempio per Bitcoin, è anche necessario che lo strumento decentralizzato basato su rete P2P abbia bisogno di registrare dati unici, pubblici, non duplicabili, non falsificabili, non modificabili, non cancellabili.

La blockchain serve a questo: garantisce che ogni singolo dato in essa registrato sia unico, non sia nè modificabile, nè falsificabile, e non possa nemmeno mai essere eliminato o nascosto. Ad oggi blockchain è una delle pochissime tecnologie a consentire ciò nell’ambito di un progetto decentralizzato.

Sia chiaro: in teoria può anche esistere una blockchain non decentralizzata, anche se gli utilizzi di una tecnologia simile sono decisamente ristretti, ma il suo vero vantaggio è proprio quello di garantire l’unicità di un dato online all’interno di una rete P2P decentralizzata.

Il punto è che prima di blockchain nessuno era mai stato in grado di inventare una tecnologia in grado di registrare dati unici, pubblici, assolutamente non modificabili in alcun modo, all’interno di un sistema decentralizzato. Pertanto il ruolo della blockchain nei progetti decentralizzati è questo.

Negli ultimi anni sono state create tecnologie alternative apparentemente in grado di ottenere gli stessi risultati, ma ad oggi l’unica tecnologia che sia stata sperimentata in modo massiccio ed abbia dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio di essere in grado di farlo con certezza, è blockchain. Per quanto riguarda i progetti centralizzati ci sono varie alternative a blockchain, ma per quelli decentralizzati ad oggi blockchain va considerata una soluzione unica nel suo genere (anche se qualcuna delle altre già esistenti magari in futuro potrà emergere con pari autorevolezza).

Inoltre ricordatevi sempre che non è necessario creare una nuova blockchain per ogni progetto. La blockchain (come quella di Bitcoin, o di Ethereum, o di altre piattaforme decentralizzate come Stellar) può essere utilizzata come piattaforma per diversi strumenti e diversi servizi. Pertanto non è poi così difficile al giorno d’oggi sviluppare un progetto basato su blockchain se si sceglie ad esempio di sfruttare una delle piattaforme già esistenti (molti infatti utilizzano quella di Ethereum).

Il ruolo di blockchain in questo processo innovativo pertanto è chiaro. Ed è anche, allo stesso tempo, centrale. Non dimenticatevelo.

PS: un conto è mettere in discussione i vantaggi della decentralizzazione (cosa assolutamente lecita)… altra cosa sarebbe mettere in discussione il ruolo di blockchain in questo settore! Senza blockchain la stragrande maggioranza dei progetti decentralizzati basati su dati unici, pubblici, non duplicabili, non falsificabili, non modificabili, non cancellabili, semplicemente non esisterebbe. E gli altri non sarebbero mai esistiti.

Iscriviti al nostro canale Telegram
Il ruolo della blockchain nella decentralizzazione ultima modifica: 2018-06-21T16:59:06+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti