Come funziona Ripple, la criptovaluta “interbancaria”?

rippleRipple è una criptovaluta molto interessante. Tanto che addirittura secondo una nostra fonte molto affidabile in questo momento sarebbe un ottimo investimento. Ma è una criptovaluta decisamente differente rispetto alle altre. Ma perchè Ripple è così differente dalle altre?

Innanzitutto a differenza del Bitcoin, e delle altre vere e proprie criptovalute, Ripple NON è decentralizzata. Ovvero è una valuta che ha un preciso soggetto emittente, la società Ripple. Ovviamente questo in teoria dovrebbe essere un punto a sfavore rispetto alle altre vere e proprie criptovalute che non hanno un unico soggetto gestore, ma al tempo stesso ne rende anche molto più veloce lo sviluppo (le decisioni vengono prese da un team ristretto, e non da una vasta community che è sempre molto difficile da mettere d’accordo).

Anzi, a dirla tutta non sarebbe nemmeno corretto definirla “criptovaluta” in senso stretto, perchè sebbene utilizzi sistemi di crittografia per la gestione non li utilizza invece per eliminare il soggetto emittente. Quindi la stessa definizione di Ripple come “criptovaluta” in realtà calza un po’ stretta (e molti storcono il naso quando la si definisce come tale e la si paragona ad altre vere e proprie criptovalute decentralizzate).

Tuttavia visti i suoi rapporti, ormai molto stretti, con moltissimi istituti finanziari di grande autorevolezza (come l’American Express) questa moneta viene comunemente ritenuta affidabile nonostante non sia decentralizzata.

Inoltre è stata creata per avere uno specifico utilizzo: essere utilizzata dagli istituti finanziari per scambiarsi grandi somme di denaro, in poco tempo, ed a basso costo, in tutto il mondo. Ovvero come alternativa più veloce ed economica al “vecchio” sistema Swift. Ed è proprio per questo motivo che in molti sostengono che possa avere davvero un gran futuro!

Insomma, tenete d’occhio questa criptovaluta perchè è decisamente differente dalle altre, ed estremamente promettente.

Iscriviti al nostro canale Telegram
Come funziona Ripple, la criptovaluta “interbancaria”? ultima modifica: 2017-11-23T09:00:56+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti