Il Firewall cinese bloccherà gli exchange esteri

The Great FirewallUno dei motivi della debolezza del prezzo di Bitcoin di oggi (Lunedì 5 Febbraio 2018) è dovuto ad una decisione del governo cinese di bloccare l’accesso agli exchange esteri utilizzando il Firewall di Stato (il cosiddetto “Great Firewall“, parafrasando il “Great Wall”, ovvero la Grande Muraglia Cinese).

Secondo il South China Morning Post la Banca popolare cinese (PBoC) avrebbe richiesto di aggiungere all’elenco dei siti bloccati dal Great Firewall quelli dei principali exchange off-shore e dei siti web delle ICO, per contrastare “rischi finanziari”.

I legislatori cinesi dicono che vogliono contrastare quegli operatori che hanno cercato di aggirare il divieto di scambio di criptovalute in vigore in Cina da Settembre 2017 utilizzando piattaforme straniere.

Citando la pubblicazione della PBoC, il South China Morning Post afferma:

“Per prevenire rischi finanziari, la Cina intensificherà le misure di blocco a qualunque piattaforma relativa al commercio di valute virtuale o ICO, onshore o offshore. ICO e exchange non sono state completamente bloccati in Cina dopo il divieto ufficiale… le operazioni off-shore e l’elusione delle norme sono riprese… I rischi ci sono ancora, alimentati da emissioni illegali, e persino truffe e vendite piramidali”.

Fonte: cointelegraph.com/news/ban-complete-china-blocks-foreign-crypto-exchanges-to-counter-financial-risks

Il Firewall cinese bloccherà gli exchange esteri ultima modifica: 2018-02-05T17:59:21+01:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti