Elrond Network ha acquisito Twispay

È ufficiale, Elrond Network, la società che sta sviluppando una tecnologia blockchain estremamente scalabile e veloce, ha annunciato l’acquisizione di Capital Financial Services SA che opera con il marchio Twispay. 

Twispay è un istituto finanziario autorizzato dalla Banca Nazionale di Romania a fornire servizi di pagamento e ad emettere moneta elettronica.
Inoltre, Twispay è uno dei principali membri di Visa e di MasterCard.

L’obiettivo di Elrond è quello di aumentare le funzionalità e il valore di Twispay integrandolo con una tecnologia blockchain veloce, scalabile ed economica.

Elrond, acquisendo la Capital Financial Services S.A., ha così fatto una mossa assolutamente strategica e furba, riuscendo ad affermarsi come punto di connessione tra la finanza tradizionale e lo spazio crittografico. Twispay è infatti un istituto che può operare all’interno dell’intero SEE (Unione Europea, Islanda, Liechtenstein e Norvegia)!

La negoziazione per l’acquisizione ha avuto inizio ad ottobre del 2021, le due parti hanno dovuto avviare una lunga trattativa con la Banca nazionale di Romania ma finalmente, dopo diversi incontri costruttivi si è arrivati alla conclusione che la tecnologia blockchain gioca un ruolo di fondamentale importanza nell’evoluzione della finanza. Per questo motivo la Banca Nazionale di Romania l’8 Marzo ha ufficialmente deciso a favore dell’acquisizione di Twispay da parte di Elrond.

Beniamin Mincu di Elrond Network ha così commentato il grande avvenimento:

“Questa decisione storica della Banca centrale rumena apre le porte ai cittadini dell’UE, e presto a tutti ovunque, per beneficiare significativamente del flusso di valore con tempi di regolamento quasi istantanei, a costi 100 volte inferiori, con piena trasparenza e maggiore affidabilità”.

Bisogna anche sottolineare che questa decisione arriva in un momento particolarmente “caldo”; il Parlamento europeo sta infatti cercando di limitare l’uso di reti blockchain Proof of Work ad alta intensità energetica, a causa del loro impatto sul clima. 

Elrond però mantiene il suo status di “carbon negativo” compensando più CO2 di quanto la sua stessa rete è responsabile.

Inoltre, la proposta di regolamento europeo sui mercati delle criptovalute della Commissione europea, stabilisce che gli istituti di e-money autorizzati avranno il diritto di emettere stablecoin che possono essere offerti al pubblico nell’Unione od essere ammessi su una piattaforma di trading di criptovalute. 

Ciò pone Elrond in una posizione strategica, permettendogli di offrire un’infrastruttura sostenibile per un sistema di pagamento completamente nuovo, più veloce, più economico, trasparente e aperto!