Draghi: dobbiamo seguire l’evoluzione della Blockchain

Durante lo “Youth Dialogue” di oggi, al Trinity College di Dublino, uno studente ha posto a Mario Draghi, Governatore della BCE, la seguente domanda: “Crede che la Blockchain possa avere un futuro nella politica monetaria della BCE”?

La risposta di Draghi è stata molto cauta, ma è apparsa curiosamente “possibilista”. Ovvero ha lasciato un inusuale “spiraglio aperto”, dichiarando: “noi in BCE stiamo seguendo questa evoluzione. Questa tecnologia in questo momento non è ancora matura per poter essere considerata nelle politiche monetarie della BCE o come sistema di pagamento. Dobbiamo però seguirne l’evoluzione futura“.

L’atteggiamento della BCE nei confronti delle criptovalute è sempre stato relativamente scettico, quindi la risposta di oggi appare se non altro curiosa. Certo, in realtà verteva sulla Blockchain, e non sul Bitcoin o le criptovalute in sè, e questo potrebbe fare la differenza: infatti Draghi stesso ha parlato di “tecnologia”, e non di monete. Ma lo strano atteggiamento quasi “possibilista” potrebbe venir interpretato lo stesso come un’apertura al mondo delle criptovalute?

E’ probabile che lo scopriremo presto (soprattutto se la Cina deciderà realmente di regolamentarne l’utilizzo, o se la Russia dovesse decidere di legalizzarle), anche perchè c’è di mezzo la questione dell’eventuale applicazione di un regime di tassazione speciale sulle plusvalenze generate dalla compravendita di criptovaluta, che potrebbe dover essere concordato a livello europeo.

Draghi: dobbiamo seguire l’evoluzione della Blockchain ultima modifica: 2017-09-22T14:05:42+02:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti