Conio, il portafoglio bitcoin più semplice che c’è

conio“Il portafoglio bitcoin più semplice che c’è“: questo è l’obiettivo, semplice, di Conio.

Abbiamo infatti avuto modo di intervistare alcuni addetti della nuova App tutta italiana chiamata “Conio” (www.conio.com), e quello che ci hanno detto fin da subito è che il proponimento principale di questa iniziativa è quello di rendere il bitcoin facilmente utilizzabile per tutti. Non a caso hanno scelto di distribuire questo nuovo portafoglio bitcoin come un’App per Android e Apple.

Con Conio praticamente chiunque può acquistare e vendere bitcoin: basta una carta di credito! E per qualunque curiosità si può contattare direttamente dall’App il supporto clienti.

Noi l’abbiamo provata ed in effetti possiamo assicurare che è davvero molto semplice da utilizzare. Per installarla sono necessari un numero di cellulare ed un indirizzo email, poi il resto della procedura è immediato. Una volta installata, la grafica molto semplice e chiara aiuta l’utente a non perdersi all’interno dell’App e lo guida nelle operazioni più semplici.
Ad oggi sono attive ancora solo le operazioni di invio e ricezione di bitcoin, mentre la sezione “Mercato” per comprarli o venderli per ora è aperta solo ai beta-tester, ma non appena i test saranno conclusi verrà aperta a tutti.

Un altro aspetto molto interessante di questa App è quello legato alla sicurezza. Infatti il portafoglio è di proprietà dell’utente, e i Bitcoin possono essere identificati su uno specifico indirizzo. Grazie alla tecnologia dell’App inoltre i Bitcoin possono essere recuperati dall’utente in caso di emergenza.
Il sistema si basa su 3 chiavi di sicurezza: l’utente è in possesso della prima chiave, mentre la società è in possesso della seconda. Con la prima chiave l’utente può operare in totale autonomia sul suo portafoglio, mentre con la seconda la società può intervenire su richiesta dell’utente ad esempio per bloccare il portafoglio qualora lo smartphone venga perso o rubato. Questo servizio è estremamente raro da trovare in altre soluzioni simili, ed è anche estremamente interessante perchè permette di evitare il furto di bitcoin da chi riuscisse ad entrare in possesso del dispositivo dell’utente.
Esiste poi una terza chiave da utilizzare solo per recuperare i bitcoin nel caso l’utente dimentichi le sue credenziali di accesso, le password o i codici di sicurezza, o per migrare su un altro portafoglio. Questa chiave è custodita offline, e la società per accedervi necessita dell’autorizzazione dell’utente.

Pertanto il livello di sicurezza garantito è decisamente superiore a quello di altre soluzioni simili, e consente di proteggere il proprio portafoglio come poche altre App sono in grado di fare!

In realtà Conio offre ancora un altro vantaggio: la cosiddetta “compliance“. La società che ha creato e gestisce l’App è italiana, e quindi acquistando bitcoin da una società italiana la gestione fiscale è decisamente semplificata. E la società stessa si impegna a mantenere l’App compliance anche in futuro qualora la normativa italiana dovesse cambiare.

Inoltre la società qualche tempo fa ha interpellato direttamente l’Agenzia delle Entrate, e da questo interpello è scaturita la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate che ha stabilito che i Bitcoin detenuti dagli utenti italiani non sono tassati!

In questo momento l’App è ottima per chi vuole fare “holding“, ovvero comprare bitcoin per tenerseli in attesa che aumentino di valore, proprio perchè è allo stesso tempo molto semplice da utilizzare e molto sicura (visto che il portafoglio è protetto da un pin e può essere bloccato da remoto in caso di furto o smarrimento dello smartphone). Però ovviamente è anche ottima per inviare e ricevere bitcoin. Quando saranno attive anche le funzionalità di compravendita le proveremo per voi e vi faremo sapere il nostro giudizio a riguardo.

Un nostro consiglio a riguardo: provatela. Tanto è gratuita!

Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.