Coinbase non supporterà il fork di BitcoinCash (BCC)

coinbaseIn questi giorni, prima del (probabile) fork del primo agosto 2017, da cui nascerà la nuova valuta BitcoinCash, c’è molto fermento nel mondo del Bitcoin.

In particolare la questione è legata proprio al fork, che costringe gli utenti a scegliere quale catena seguire (quella originale, o quella che nascerà dopo il fork). Chiunque abbia i propri btc all’interno di un wallet offline (desktop o App) potrà scegliere liberamente su quale catena spostare i propri bitcoin dopo l’eventuale fork. Ma invece chi li tiene su wallet online (ovvero di terze parti) si ritroverà i propri btc sulla catena scelta dal sito su cui li ha, senza possibilità di scelta. Per questo sarebbe consigliato spostare i propri btc su un wallet offline prima del primo agosto.

Pertanto i wallet online dovranno decidere da quale parte stare. Ovvero su quale delle due catene lasciare i btc dei propri utenti una volta che sarà stato attivato il fork. Ebbene Coinbase (il sito di exchange in assoluto più visitato al mondo) ha deciso: non supporterà la seconda catena che nascerà dopo l’eventuale fork, ovvero quella di BitcoinCash (alias BCC). La comunicazione è ufficiale ed è stata inviata via email a tutti gli iscritti a Coinbase.

In questa comunicazione si dice sia che a partire dal primo agosto Coinbase supporterà 1 unica catena (quella originale), sia che non hanno nemmeno intenzione di supportare la seconda (ovvero non è nei loro piani). Anzi, addirittura sostengono che sia persino difficile prevedere se BitcoinCash possa sopravvivere a lungo, e che potrebbe comunque persino non avere alcun valore di mercato (non dimentichiamoci che Coinbase è un exchange).

Pertanto chi lascia i propri BTC su Coinbase non potrà scegliere su quale catena metterli dopo il fork: rimarranno giocoforza sulla catena BTC (ovvero quella originale). Come già detto, consigliano a chi volesse poter scegliere di spostare i propri btc su un altro wallet.

Inoltre il primo di agosto Coinbase sospenderà temporaneamente sia la compravendita di bitcoin che l’invio/ricezione per questioni di sicurezza. Promettono che la sospensione sarà solo per “un breve periodo di tempo”, e che avviseranno tramite i loro canali di comunicazione quando sarà ripristinata la piena operatività.

Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.