Il Bitcoin a quota 15mila dollari

vettaPare ci sia in atto un vera e propria “gara” tra alcune borse valori (Cboe e Cme) per essere i primi ad emettere i futures sul Bitcoin. Questa vera e propria corsa sta di fatto portando sempre più investitori ad interessarsi al Bitcoin.

Secondo Coinmarketcap oramai negli ultimi 2 giorni si è superata la soglia di 10 miliardi di dollari giornalieri scambiati in Bitcoin sulle varie piattaforme in giro per il mondo! Visto che l’offerta di Bitcoin è praticamente fissa, l’aumento di domanda ne sta inevitabilmente facendo crescere il valore.

Ecco che quindi Bitcoin macina record su record, ad una velocità impressionante. Solo pochi giorni fa vi annunciavamo il superamento di quota 10mila dollari, mentre lunedì vi annunciavamo anche il superamento di quota 12mila. Oggi possiamo annunciare che è stata raggiunta anche quota 15mila dollari.

A dire il vero spesso dopo il raggiungimento di una cosiddetta “soglia psicologica” (come quella di 10mila dollari) si verifica un successivo calo temporaneo dovuto alla “monetizzazione” degli investimenti proprio a causa del raggiungimento di una data soglia, e anche questo volta potrebbe verificarsi la stessa cosa (quindi è possibile un calo nei prossimi giorni). Ricordiamoci che il prezzo del Bitcoin è estremamente volatile, quindi sale molto velocemente, ma scende anche altrettanto velocemente. La nostra fonte autorevole americana (che non possiamo citare) qualche giorno fa avvertiva della possibilità di grandi sbalzi in questi giorni (e anche nel prossimo futuro), dovuti proprio a queste “grandi manovre” che saranno in grado, spostando grandi capitali, di influenzare molto l’andamento del prezzo (sia al rialzo che al ribasso). Ma la stessa fonte avverte che il trend, al netto degli sbalzi, dovrebbe rimanere crescente, probabilmente almeno fino a quota 25mila.

Tuttavia nel frattempo (ovvero fino al raggiungimento di quota 25mila) potrebbero verificarsi grossi sbalzi, anche al ribasso, che non rientrerebbero però in un’inversione di tendenza della crescita del valore, ma in “aggiustamenti naturali” del prezzo sul breve periodo dovuti ai grossi movimenti che ci si deve aspettare ora che, proprio grazie ai futures, stanno iniziando ad operare anche grandi investitori con enormi capitali. Ovviamente queste sono solo ipotesi, ma la logica sottesa a questi ragionamenti sembrerebbe reggere (anche e soprattutto in virtù del fatto che ultimamente questa fonte ha praticamente azzeccato tutte le previsioni).

Il Bitcoin a quota 15mila dollari ultima modifica: 2017-12-07T09:48:19+01:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti