Bitcoin di nuovo sotto quota 7.000. Ma…

crolloEntro il 10 agosto ci si aspettava una decisione della SEC riguardo gli ETF proposti da Cboe. Questa decisione non è arrivata, ma è arrivata invece una proroga di 45 giorni, che la rimanda al 30 settembre.

Questo rinvio ha causato nella notte un forte calo del prezzo di Bitcoin (-7%), che è tornato attorno a quota 6.500.

Inoltre, come già rivelato a fine luglio, questa decisione potrebbe essere ancora rimandata, forse addirittura fino all’anno prossimo.

Tuttavia non sembra che questo sia da interpretare come un cattivo presagio. Anzi, un documento ufficiale pubblicato sul sito della SEC dice esplicitamente, riguardo la richiesta degli ETF su Bitcoin proposti da VanEck, SolidX e Cboe:

“I problemi identificati nell’ordine di disapprovazione [precedente] sono stati risolti”.

In particolare la SEC evidenzia che oramai esistono dei mercati regolamentati legati a Bitcoin (come quelli dei futures, ad esempio proprio di Cboe), le preoccupazioni sulla manipolazione dei prezzi sono state mitigate e l’approvazione sarebbe coerente con quella di precedenti ETP basati su materie prime. Quindi non sembrerebbe che la decisione di rinviare la decisione sia da considerarsi come un segno che ci possa essere qualcosa che non va nella richiesta della Cboe. E’ invece proprio la prassi della SEC quella di prendersi tutto il tempo necessario per decidere in casi come questo.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Pertanto bisognerà attendere ancora perlomeno fino a fine settembre per avere ulteriori novità a tal riguardo, e non è da escludere che ci possano essere ulteriori rinvii. Entro il 21 febbraio 2019 tuttavia dovrebbe arrivare la decisione definitiva.

Bitcoin di nuovo sotto quota 7.000. Ma… ultima modifica: 2018-08-08T10:58:09+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti