Il Bitcoin è una ca..ta pazzesca?

Il Bitcoin è “una ca..ta pazzesca“? 

Molte persone sostengono che il Bitcoin e le altre criptovalute siano solo una fesseria. O addirittura una fregatura, e persino una truffa. Ebbene, va invece detto che ciò è assolutamente errato!

Innanzitutto nessuno possiede o controlla le criptovalute. Ovvero sono possedute solo da chi ce l’ha in portafoglio (ovvero le ha comprate, o minate). Quindi non si può nemmeno immaginare che esista qualcuno che stia dietro ad un tentativo di truffa del genere (stiamo parlando delle criptovalute serie, come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, eccetera, e non delle pseudo-criptovalute come Coinspace o SwissCoin): “dietro il Bitcoin” non c’è NESSUNO! O, meglio, ci sono solo tutte le persone che li hanno acquistati… e visto che CHIUNQUE può acquistarli liberamente possiamo affermare che dietro al Bitcoin ci possono essere tutti, e quindi non c’è nessuno in particolare. Anzi: chi ne possiede di più è di fatto anche chi rischia di più. Chi ne possiede pochi invece rischia davvero poco.

Inoltre il valore di queste criptovalute serie lo fa solo il mercato! Quindi se il mercato decide che hanno valore lo avranno, altrimenti se dovesse decidere altrimenti lo perderanno. Certo, serve uno stomaco di ferro per fare trading con le criptovalute, sapendo che il loro valore potrebbe anche collare da un momento all’altro (sebbene nulla ad oggi indichi che ciò possa realmente accadere), ma chi fa trading questo lo sa benissimo. Chi non accetta il rischio che il valore possa crollare da un momento all’altro farebbe bene a non acquistarne, e quindi a non averne in portafoglio. Da questo punto di vista il Bitcoin non è per tutti (o, perlomeno, non ancora).

Infine non bisogna dimenticarsi che il valore attuale di tutti i Bitcoin in circolazione è enorme! Quindi se il Bitcoin non è una truffa perchè “dietro” non c’è nessuno (e ci possono essere tutti), e se non è una fregatura perchè i rischi, pur essendoci, sono chiari (e chi non li conosce farebbe bene a tenersi a distanza), non è nemmeno una fesseria, perchè stiamo parlando di una moneta dal valore complessivo davvero considerevole: solo un ingenuo potrebbe definire “fesseria” una cosa che vale 45 miliardi di euro (ad oggi)!

Ripetiamo il concetto: il fatto che non sia nè una fesseria, nè una fregatura, e nemmeno una truffa, non significa che sia privo di rischi. I rischi ci sono, e sono anche ben noti: chi li conosce bene sa come comportarsi, e quindi non deve avere particolari timori. Chi invece non li conosce farebbe bene a starne alla larga.

Bisogna però anche tenere presente che il Bitcoin è uno straordinario strumento per i trasferimenti di denaro globali, soprattutto se di grandi dimensioni. Infatti i costi sono ridottissimi, e la sicurezza è molto elevata, quindi come strumento per spostare grandi cifre a livello internazionale è davvero ottimo.

Non dimentichiamoci che ad esempio 15 anni fa era pieno di gente che sosteneva che Internet fosse una fesseria, una moda, o persino una fregatura! Oggi quelle persone usano Facebook e WhatsApp sul cellulare come se fosse la cosa più naturale al mondo…

Iscriviti al nostro canale Telegram

Quindi NO: il Bitcoin non è una ca..ta pazzesca. Stavolta citare Fantozzi significa sbagliarsi di grosso. E’ vero semmai che il Bitcoin, e le altre criptovalute, non sono qualcosa di semplice da capire, comprensibile a tutti, di facile interpretazione. Comprenderlo bene invece richiede ben più della conoscenza rudimentale del funzionamento dei sistemi finanziari, e quindi inevitabilmente una gran parte della popolazione non è in grado di capirlo. Ma questo è un altro problema (e comunque, come già detto prima, chi non lo conosce abbastanza bene farebbe bene a tenersene a distanza, onde evitare di correre rischi che non saprebbe come tenere sotto controllo).

Crypto Green Mining
Il Bitcoin è una ca..ta pazzesca? ultima modifica: 2017-06-13T18:01:48+00:00 da Marco Cavicchioli

Condividi questo articolo:

Commenti